In hotel a Milano per una visita alla Triennale


Chi si trova per lavoro o per svago in uno dei famosi hotel a Milano in centro solitamente non rinuncia ad una passeggiata nel verde di Parco Sempione. Si tratta, del resto, di uno dei più importanti giardini della città ed è veramente ad un passo dai grandi monumenti che rendono la capitale meneghina un tesoro artistico (si pensi per esempio alla Galleria Vittorio Emanuele II). Il suggerimento, se vi trovate lì al Parco, è quello di tenere la sinistra verso viale Alemagna, dove si trova la grande Triennale, un museo tutto in fieri, in divenire, che difficilmente sarebbe riassumibile con un’unica espressione od etichetta.

Nato nel ’23 nella vicina Monza, in occasione di una mostra di arti decorative, si spostò poi nel centro di Milano nel Palazzo dell’Arte dieci anni dopo. L’intento è sempre stato un po’ quello di stupire, di andare contro la tradizione consolidata, e di proporre al tempo stesso l’idea di arte come veicolo, canale, contatto, tra la realtà industriale, quella produttiva, e le grandi capacità figurative, forse vero e solo strumento per la comunicazione con la e per la società contemporanea.

Specialmente è diventata un punto di riferimento in Italia e in Europa per quanto riguarda il design, dopo che ebbe modo di ospitarne uno dei più importanti convegni negli anni Cinquanta.

Chiude al lunedì e da martedì alla domenica apre dalle dieci e trenta alle venti e trenta. Al giovedì e al venerdì rimane invece aperta fino alle undici.

  1. Nessun commento ancora.

Devi essere collegato per inviare un commento.

  1. Nessun trackbacks ancora.